Santa Gemma Galgani

La Lely di Lucca - La Vergine di Lucca

Festività: 11 aprile

Santa Gemma Galgani nacque il 12 marzo 1878 a Camigliano (Italia) vicino alla città di Lucca. La sua vita era caratterizzata da sofferenza e dolore.

Vita

La madre di Gemma, Aurelia Galgani, soffriva di tubercolosi. A causa di questa difficoltà, Gemma è stata collocata in un asilo privato gestito da Elena ed Ersilia Vallini quando aveva due anni e mezzo ed era considerata una bambina molto intelligente.

Diversi membri della famiglia Galgani morirono durante questo periodo. Il loro primogenito, Carlo, morì in giovane età. Il 17 settembre 1885, Aurelia Galgani morì di tubercolosi, che ebbe per cinque anni. L'amato fratello di Gemma Gino morì di tubercolosi mentre studiava per il sacerdozio, e anche la sua sorellina Giulia morì in giovane età.

Gemma ha sperimentato molte esperienze estatiche e soprannaturali. Dal 1899 aveva stigmate visibili una volta alla settimana e che tornava ogni settimana. Nel 1900 furono aggiunte le ferite alla testa della corona di spine di Gesù Cristo. Dal 1901 avrebbe anche sofferto le ferite del flagello e avrebbe visto il suo angelo custode ogni giorno.

Culto

La canonizzazione di Gemma ha fornito un forte incentivo per l'adorazione. Negli anni '40, ad esempio, i bambini appena nati furono nominati direttamente dopo di lei. È particolarmente onorata dalla Congregazione dei Passionisti, dove anche lei voleva entrare. La Cappella Gemma a Sittard con il monastero di accompagnamento per le donne passioniste, fondata nel 1939, è un luogo di pellegrinaggio. Un fervente adoratore era il noto comico Toon Hermans, il cui funerale era stato organizzato nella Cappella Gemma.

Patrona: da farmacisti e drogherie

Santuario della Gemma Galgina, Via di Tiglio, 271, 55100 Lucca LU, Italia

 

 

Gemma Galgani, chiesa di Lucca

 

La tomba di Gemma Galgani a Lucca, Italia